House T

Un rifugio idillico nella campagna della Sardegna.

L’intervento è ubicato in un’area agricola dell’Ogliastra. La residenza è compresa in un progetto più ampio che comprende anche gli annessi agricoli e, in futuro, le strutture per l’ospitalità.

Il modello insediativo reinterpreta il sistema tipico dell’architettura tradizionale locale, con semplici volumi su un unico piano, disposti attorno a un cortile centrale.

All’esterno, il rivestimento in pietra faccia vista, alternato all’intonaco a calce, costituisce l’elemento unificante dei prospetti. All’interno, la pavimentazione in lastre di pietra di calcare nelle zone comuni si alterna alla pavimentazione in resina per gli spazi privati. L’intonaco a calce riveste tutte le pareti interne, permettendo il risalto delle coperture in legno con struttura a vista.

In accordo con la spiccata sensibilità ecologica del cliente, nel progetto trovano applicazione antiche tecniche per la climatizzazione passiva dei locali che, unite all’utilizzo delle più recenti tecnologie per il contenimento dei consumi energetici, contribuiscono a fare dell’edificio un modello di bioarchitettura esemplare.

Luogo

  • Sardegna

Anno

  • 2019 - in progress

Committente

  • Privato

Incarico

  • Progetto definitivo, progetto esecutivo, direzione lavori

Team

  • Luca Mereu con Mate Engineering

Consulenti

  • Denise Leoni (interior design), Luca Gallisai (strutture), Paolo Piga (impianti), Nicoletta Matteazzi (landscaping), Teresa Cossu (geologia), Alberto Licheri (sicurezza), Pietro Pasella (collaudo statico)