House M

Design minimal applicato nella ristrutturazione di una residenza unifamiliare.

Il progetto di una proprietà residenziale in Sardegna, in un lotto inserito nell’ambito di un’area P.E.E.P. completata nel corso degli anni Ottanta, punta a ridefinire gli spazi interni, in funzione delle mutate esigenze abitative, e ad adeguare l’edificio alle norme vigenti in materia di impiantistica civile e di contenimento energetico.

In primo luogo è stato studiato l’accorpamento delle due unità originarie in un’unica dimensione abitativa, articolata sui due livelli, con zona giorno al piano terra e zona notte al primo piano.

I materiali da costruzione previsti presentano caratteristiche di alto potenziale in termini di efficienza energetica. Per le nuove pareti perimetrali vengono utilizzati blocchi in cls cellulare a forte spessore, rifiniti con intonaco isolante e il rivestimento a “cappotto” viene realizzato con pannelli di polistirene espanso estruso di spessore adeguato. Le superfici trasparenti sono costituite da infissi in alluminio e legno con triplo vetro e doppia camera d’aria, di tipo basso emissivo e l’impianto di riscaldamento è a bassa temperatura e a pavimento, co-alimentato da un sistema di pannelli fotovoltaici, montati sulla copertura a tetto.

Anno

  • 2011 – 2017

Luogo

  • Sardegna

Committente

  • Privato

Incarico

  • Progetto definitivo, esecutivo, direzione dei lavori

Team

  • Luca Mereu con Alberto Licheri; collaboratore: Ivana Cocco